Sono passati sei anni dalla morte della 19enne di Tortoreto Giulia Di Sabatino, che proprio oggi avrebbe compiuto 25 anni, ma attorno a quel tragico evento ancora aleggino troppe bugie e segreti che i genitori vogliono con forza conoscere per arrivare definitivamente alla verità. Perché per mamma Meri e papà Luciano quella notte tra il 31 agosto e il primo settembre del 2015 Giulia non ha scavalcato la rete del cavalcavia dell’A14, in provincia di Teramo, per poi lanciarsi nel vuoto, ma così come starebbe emergendo dalle anticipazioni già prodotte dalla EmmeTeam al legale della famiglia, l’avvocato Antonio Di Gaspare, qualcuno l’avrebbe prima uccisa e sezionata e poi portata lì, sul posto per simulare un suicidio.

Giulia giù dal viadotto, la mamma scrive a Papa Francesco: «E’ stato un omicidio, ci aiuti»

Continua su: Sorgente: Giulia Di Sabatino morta giù dal ponte sulla A14: sei anni di mistero. Il giallo dei selfie cancellati