Casale Monferrato: #Seguiilcalice entra nel vivo con il primo fine settimana di iniziative

Un programma fitto di appuntamenti dal 2 al 5 settembre

Dopo il successo della lectio magistralis di Umberto Galimberti, #Seguiilcalice entra nel vivo. E lo fa con una fitta serie di appuntamenti che accompagneranno la città in questo mese dedicato al vino e alle eccellenze del Monferrato casalese.

Si partirà con il secondo spettacolo della rassegna Attraverso Festival: questa sera, 2 settembre, nel cortile di Palazzo Langosco (biglietti € 20,00 disponibili su www.mailticket.it) l’atteso spettacolo di Moni Ovadia. A partire dalle ore 21.00 l’attore, musicista, cantante e scrittore porterà sul palcoscenico Il coraggio di assumere il proprio destino. Lectura Dantis canto XXVI dell’Inferno con musiche dal vivo della tradizione greco-ottomana.

Questa volta Moni Ovadia si confronta con il canto XXVI dell’inferno Dantesco, in cui emerge la figura di Ulisse, che incita i suoi compagni, chiamandoli “fratelli”, a interrogarsi sul senso della vita e a non privarsi nell’ultima parte dell’esistenza della possibilità di continuare a conoscere. Una grande lezione di consapevolezza e un richiamo a quei valori che caratterizzano gli esseri umani.

Si ricorda che, viste le procedure previste dalla normativa, è consigliato di arrivare con anticipo: l’area spettacoli apre a partire dalle ore 19,30.

Da sabato 4 si entra ufficialmente nel mese dedicato al vino con l’ormai tradizionale appuntamento dello StupujTime: dalle ore 16,00 alle ore 21,00 di sabato e dalle ore 16,00 alle ore 19,30 di domenica, ben 40 negozi serviranno i prodotti vitivinicoli delle aziende del Monferrato, mentre 15 bar e ristoranti proporranno i prodotti tipici in gustosi piatti. Un’occasione per conoscere le eccellenze del territorio e la ricca offerta commerciale e ristorativa di Casale Monferrato. 

Per partecipare sarà sufficiente acquistare, a 5 euro, il calice personalizzato da utilizzare durante tutte le manifestazioni di settembre. Con il bicchiere si riceverà anche la sacca porta calice e un buono omaggio per una degustazione (le successive saranno acquistabili a 3 euro l’una).

Il punto di partenza sarà il Temporary wine bar di piazza Mazzini: nell’ex edicola della piazza, infatti, saranno venduti i calici e i ticket che serviranno per le degustazioni in loco o negli esercizi aderenti, che saranno indicati nella cartina distribuita insieme al bicchiere della manifestazione. In piazza Mazzini, oltre al Temporary wine bar (che sarà presente anche nelle giornate di sabato 11 e domenica 12 per il primo appuntamento di “In vino veritas”), saranno anche allestite per tutta la giornata sedute e tavoli costituiti da pallets e botti.

Un’altra eccellenza darà il via all’edizione 2021 del MonJF, il Monfà Jazz Fest: la grappa. L’evento, curato dall’Accademia Le Muse, prevede alle ore 20,00 di sabato alla Disitlleria Magnoberta una degustazione e l’esibizione del M.T.P.F. Jazz Quartet, formato dal direttore artistico del festival, Riccardo Marchese (batteria), insieme a Francesco Tino (basso) Ludovico Franco (tromba) Marco Pasinetti (chitarra). Biglietti € 5,00 (comprensivi di degustazione).

Domenica 5, invece, l’appuntamento sarà con C’era una volta: grazie all’associazione Botteghe Storiche, sul LungoPo Gramsci e all’imbarcadero del fiume Po si svolgerà una giornata speciale (dalle ore 9,00 alle ore 21,00) dove si sarà chiamati ad essere spettatori, ma anche attori.

Una mostra mercato itinerante sarà la cornice dei molti eventi in programma: pranzi, merenda sinoira e aperitivo con possibilità di pic-nic con la Locanda Rossignoli, tavoli per giocare a scacchi con l’associazione Scacchistica Casalese, spettacoli di danze itineranti, gite in barca con gli Amici del Po, canottaggio con l’Asd Canottieri Casale, rapaci e animali da cortile di Mirko, asinelli dell’associazione Asini di nasce…, pony e animali di fattoria con la Meloranch di Mirko, alta sartoria con Arte e moda, acconciature con Salvatore Esposito, l’area relax con Sinestesi, mostro fotografica Un Po tutti i giorni di Mauri e Simo Blustilo, la mostra del corso di pittura La sirena e le creature mitologiche dell’acqua di Cecilia Prete e concerto d’arpa della compositrice Patrizia Borromeo.

Infine alle ore 16,30, sempre di domenica, il Cortile delle Api della Comunità Ebraica di vicolo Olper, 44, ospiterà la presentazione libraria di La cucina della memoria, ricette giudaico monferrine raccolte dai ricettari di famiglia (Belforte editore).

Per conoscere il calendario completo degli eventi di settembre è possibile consultare www.festadelvinodelmonferrato.it o www.comune.casale-monferrato.al.it/settembre2021.