AGI – Mario Draghi si dice a favore dell’obbligo vaccinale e alla somministrazione della terza dose, oltre ad anticipare che il suo governo è orientato ad estendere il green pass. Prese di posizione nette, quelle del presidente del Consiglio, che vanno nella direzione opposta a quanto auspicato pubblicamente da Matteo Salvini.”Il chiarimento politico lo fanno le forze politiche. È chiaro che è auspicabile una convergenza maggiore, una maggiore disciplina, ma questo governo va avanti”, scandisce il premier, assicurando che i componenti del suo esecutivo vanno “d’accordo”.Il segretario leghista non commenta direttamente le parole del premier ma non deve aver gradito anche la strenua difesa del premier dell’operato della ministra Luciana Lamorgese e la forte critica a chi mette in discussione l’accoglienza dei profughi dall’Afghanistan, altri temi ‘sensibili’ per il partito del senatore milanese… continua su: Lo scontro tra Draghi e Salvini sul vaccino obbligatorio