Piazza Mercato Vecchio era la più antica e centrale piazza di Firenze, che intorno agl anni 1881 e 1890 fu totalmente demolita e trasformata, oggi Piazza della Repubblica. La colonna che si innalzava tra i banchi dei commercianti e che tutt’ora si eleva da una parte della “nuova “ piazza, ah al suo culmine un statua allegorica della Dovizia, scolpita dal Foggini nei primi anni del ‘700 e che andò a sostituire un’altra più antica del Donatello. In un lato della piazza sorgeva “La loggia del Pesce” che fu architettata da Giorgio Vasari nel 1568, che durante le prime demolizioni fu presa in esame e considerata, ma in seguito per una miglioria urbanistica fu completamente abbattuta. In prossimità (precisamente piazza Sant’Andrea)a questa notevole piazza esisteva anche la sede de “l’Arte dei Linaiuoli” che al tempo commissionarono un tabernacolo esterno che li identificasse, al Beato Angelico per la pittura e a Lorenzo Ghiberti per la scultura marmorea e che tutt’oggi si trova, totalmente restaurato, in mostra al Museo di San Marco.

Roberto Busembai (errebi)

Disegno Errebi