Siena Matteo Salvini a Siena per le suppletive a favore della candidatura di Tommaso Marrocchesi Marzi .Oggi 06 Settembre 2021. ANSA/FABIO DI PIETRO

GREEN PASS, SALVINI STRETTO TRA DRAGHI E MELONI

https://www.ilfattoquotidiano.it/

In attesa del Green pass esteso, oggi la legge sul certificato verde approda in Parlamento e domani inizieranno le votazioni (con il Carroccio che sta spingendo per evitare la fiducia, in cambio rinuncerebbe agli emendamenti). Dopo il voto contrario della Lega in commissione e la sberla di Draghi a Salvini, minacciato con l’obbligo del vaccino, il leader del Carroccio sembra aver ceduto alla linea del premier. Ancora oggi ripeteva che “non si può chiedere agli italiani il Green pass per andare in pizzeria e far sbarcare 40 mila persone senza nessun limite, regola, vaccino, controllo e certificato”. Il perché di frasi come questa è presto spiegato: i sondaggi continuano a penalizzare la Lega, che si trova sempre più stretta all’angolo dai cugini di Fratelli d’Italia. E anche sul Green pass dentro al partito i malumori sono evidenti (e potrebbero tradursi in voti contrari in Aula), per questo Salvini cerca altri terreni di scontro, come il reddito di cittadinanza, gli immigrati e il nucleare. Ma sul giornale di domani ci occuperemo anche di un altro aspetto che riguarda i vaccini: “La possibilità che ci siano medici e operatori sanitari non vaccinati che lavorano, con gli occhi bendati delle Asl, c’è eccome”. E non parliamo di una percentuale minima ma “dell’80% di sanitari che stanno lavorando, nonostante non abbiano i requisiti di legge per farlo, ovvero la vaccinazione, perché la legge non è applicata”. È l’allarme lanciato dal presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici Chirurghi e odontoiatri (Fnomceo), Filippo Anelli. Sempre nel comparto parleremo anche del fallimento del G20 della Sanità, testimoniato anche dall’appello dell’Oms, secondo cui bisognerebbe “aiutare ogni Paese a vaccinare almeno il 10% della popolazione entro la fine di questo mese e almeno il 40% entro la fine dell’anno”, per arrivare al “70% della popolazione mondiale vaccinata entro la metà del prossimo anno”. La realtà segue strade diverse. Qui i dati dei contagi delle ultime 24 ore (che scontano sempre il ridotto numero di tamponi della domenica).