” POSSESSIONE “, di Rosa Cozzi

Buongiorno !

La vicinanza di due corpi dà assuefazione,

Disintossicarsi può significare annientarsi!

” POSSESSIONE “

Eccoti padrone

del mio corpo

ti sei impossessato

della mia volontà.

Statua inerme

mi lascio trasportare

nei tuoi desideri

di uomo navigato.

Io fanciulla ignara

di arte amorosa

ho il cuore impazzito

e la mente in tumulto.

Temo i tuoi gesti

sicuri che mi sfiorano

mi danno brividi

e mi fanno tremare.

Non riconosco

questi suoni gutturali

emessi a bocca chiusa

mugolio indistinto di piacere.

Eppur si sveglia in me

un sentimento ignoto

come un tenero germoglio

spuntato dalla terra …

di Rosa Cozzi

da Cinquanta sfumature di Versi “

dl.1941/633

” L’abbandon” di Camille Claudel