L’azienda Garlando spa. sarà la protagonista della terza edizione della Summer School sui linguaggi mediali “Immersi nelle storie”, proposta dall’Associazione di cultura cinematografica e umanistica alessandrina La Voce della Luna

Quest’anno la riflessione verterà sul cinema del futuro, e il campus di Media Education dedicato alle scuole ospiterà la presentazione del progetto formativo che vede il coinvolgimento dell’azienda, grazie a un incontro preliminare tra docenti, formatori e studenti, oltre a una serie di laboratori propedeutici all’approccio della Media Education e del Visual Storytelling aziendale.       

Il progetto formativo “Immersi nelle storie: Media Literacy, Visual Storytelling e identità di un territorio in trasformazione”, realizzato grazie a una partnership di diversi enti produttivi, culturali e formativi sul territorio, propone per il terzo anno consecutivo un campus per la Media Education e i linguaggi cinematografici, visivi e digitali, rivolto agli studenti (specie delle scuole superiori e universitari) e, in generale, ai giovani dai 14 anni in poi. La Summer School “Immersi nelle storie” propone laboratori e workshop sul linguaggio del cinema, sul Visual Storytelling e l’utilizzo consapevole degli strumenti digitali, sul giornalismo di carta stampata e on line, condotti da registi, critici cinematografici, media educator, giornalisti e creativi in genere, con l’obiettivo dell’imparare in forma ludica attraverso la condivisione di momenti formativo-ricreativi comuni: un’iniziativa valida anche per i percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (già percorsi di “alternanza scuola-lavoro”). La terza edizione della Summer School prevede anche una masterclass per gli studenti delle scuole condotta da un prestigioso esponente della critica cinematografica e una serata di cineforum aperta al pubblico con una speciale guest star

Immersi nelle storie è un progetto di narrazione visiva (Visual Storytelling) che mira a promuovere l’economia e la cultura del territorio alessandrino grazie a una sinergia tra gli studenti dell’Istituto Superiore Saluzzo-Plana di Alessandria e l’azienda Garlando Spa di Pozzolo Formigaro.

Nasce da un’idea della critica cinematografica Barbara Rossi, presidente dell’associazione alessandrina La Voce della Luna, e di Umberto Mosca, professore a contratto presso il Dipartimento di Management dell’Università di Torino. Entrambi hanno lunga esperienza nel campo della storia del cinema, dei suoi linguaggi e tecnologie.

Gli studenti riceveranno una apposita formazione sulla storia e sulla cultura d’impresa, arrivando anche a conoscere di persona la realtà della Garlando spa per ideare, progettare e realizzare contenuti video originali culminanti nella produzione di un cortometraggio che farà rivivere la memoria dell’azienda (fondata ufficialmente nel 1954), trasformandola in un capitale narrativo a beneficio della comunità del territorio.

I ragazzi avranno quindi l’opportunità di prendere contatto con una realtà lavorativa di successo (con allo studio anche la possibilità di avviare percorsi di integrazione scuola-lavoro), apprendendo nuove competenze culturali e nuove tecniche di costruzione del racconto tramite l’utilizzo delle tecnologie digitali.

Il percorso si articola in due fasi: la prima nei mesi di settembre e ottobre prevede la frequenza della Summer School “Immersi nelle storie” (dal 30 settembre al 2 ottobre) e un incontro iniziale con l’azienda Garlando per approfondirne la storia, seguito da lezioni e laboratori di ideazione e sviluppo delle prime idee del progetto. In un ulteriore incontro alla Garlando il lavoro degli studenti sarà presentato in azienda e integrato con spunti proposti dal management stesso.

La seconda fase, prevista per il periodo novembre-dicembre 2021 comprenderà lezioni e laboratori tecnico-pratici su ripresa e montaggio per tradurre l’idea in linguaggio visivo, oltre alla presentazione sui canali social del materiale girato. Altri due incontri con la Garlando permetteranno di concludere il cortometraggio e di proiettarlo.

Oltre che alla stessa associazione di Barbara Rossi, La voce della Luna, il progetto conta sul sostegno di un nutrito pool di associazioni: Associazione Amici del Vinci, Associazione Cultura e Sviluppo (Progetto Giovani), BlogAL APS, Camera di Commercio, CGIL, Cia, FIC-Federazione Italiana Cineforum, Gruppo Soged (concessionaria de “Il Piccolo” di Alessandria), I.I.S. Saluzzo-Plana, Museo Etnografico della Gambarina, Officinema- Laboratorio cinematografico dell’I.I.S. Saluzzo-Plana, Panathlon.    

Approfondimenti – 1

L’azienda

L’azienda selezionata per questo progetto è Garlando spa, con sede a Pozzolo Formigaro, via Regione Piemonte 2 – Zona Industriale D1 www.garlando.it

Garlando spa: economia e storia sul territorio alessandrino

Fondata ufficialmente nel 1954 sulle basi di una falegnameria sorta a Spinetta Marengo negli anni Trenta, la Garlando spa è un’azienda familiare giunta oggi alla terza generazione. Vanta una ricca storia che si intreccia strettamente con le vicende del territorio alessandrino e anche con la storia nazionale, soprattutto negli anni a partire dalla seconda guerra mondiale.

Negli anni Trenta e Quaranta l’attività si incentrava nella produzione di oggetti in legno di vario tipo, fornendo così un eccellente know-how nella lavorazione di questa materia che, negli anni Cinquanta, ha costituito le fondamenta per la produzione di un articolo di nicchia, il calciobalilla, per gli italiani (ma non solo per loro) oggetto iconico quasi come il gioco del calcio, collegato a tantissimi ricordi e aneddoti.

Fin dalle origini a forte vocazione internazionale, trasformatasi nel corso dei decenni in moderna azienda strutturata con oltre 80 dipendenti, la Garlando ha ampliato i propri orizzonti entrando nel mercato degli articoli per il fitness che hanno portato nuova linfa anche in tempi difficili per l’economia della provincia, consentendo all’azienda di continuare a crescere, sia sul mercato nazionale che su quelli esteri (le esportazioni sono dirette a oltre 50 nazioni in tutto il mondo coprendo tutti i continenti).

Per approfondimenti sulla storia della Garlando La storia dell’azienda – Garlando S.p.A.

Approfondimenti – 2

Gli “attori“

Trattandosi di cinema ci viene facile usare la metafora dell’attore per parlare dei protagonisti dell’iniziativa.

Eccone l’elenco:

Dott.ssa Barbara Rossi, Associazione La Voce della Luna

Media Educator e critica cinematografica. Vicepresidente della FIC (Federazione Italiana Cineforum). Presidente dell’Associazione di cultura cinematografica e umanistica ‘La Voce della Luna’ di Alessandria, svolge corsi sul linguaggio e sulla storia del cinema, oltre a laboratori di formazione in Educazione ai Media presso istituti scolastici, enti pubblici e privati. È autrice di monografie su Anna Magnani ed Edgar Reitz.  

Prof. Umberto Mosca

Media Educator, professore a contratto presso il Dipartimento di Management dell’Università di Torino, Direttore del Master in Management della Produzione Audiovisiva. Fondatore, con la psicologa Martina Zilio, del Centro Studi Psicologia Immagine. Selezionatore dei concorsi e curatore dei laboratori didattici di Sottodiciotto Film Festival; è direttore artistico di MyGeneration Festival, dedicato ai video indipendenti prodotti in Italia. Giornalista pubblicista e critico cinematografico, è autore di volumi iconografici sui registi François Truffaut, Sam Peckinpah, Jim Jarmusch, Mohsen Makhmalbaf, Paolo Gobetti.

Prof.ssa Patrizia Farello

Tutor scolastico del progetto, è docente di scienze umane presso l’IIS Saluzzo-Plana, è psicologa dell’apprendimento e autrice di testi su apprendimento e didattica.

Dott. Giuseppe Garlando

Titolare della Garlando spa, azienda storica del territorio alessandrino, fondata ufficialmente a Spinetta Marengo nel 1954 da una preesistente falegnameria degli anni Trenta. Attiva nella produzione di calciobalilla e articoli sportivi, ha alle spalle una lunga storia fatta di tanti aneddoti e anche alcune leggende.

Gli studenti del Saluzzo-Plana

Un gruppo di studenti delle classi quarte (coadiuvati da alcune studentesse dell’università di Torino) interessati all’uso delle tecnologie multimediali applicate al Visual Storytelling e desiderosi di approfondire argomenti quali la memoria dell’impresa e del lavoro come capitale culturale e sociale, il cultural heritage come strategia d’impresa, il ciclo di vita dell’impresa sul territorio, il posizionamento della marca e la sua evoluzione nel tempo, i modelli di racconto per le varie audience.