Meccanismi polverosi

ripetuti all’infinito

sull’iride lucida

alla ricerca d’un cielo

E’ la recita astratta

e pulsante senza tregua

a tracciare una linea

mancante d’equilibrio

Dietro un richiamo

affabile e silenzioso

decade da un credo di parole

volate via come un ritornello

sfumato da un morbido libeccio

@Silvia De Angelis