La Giunta regionale ha stanziato 1,5 milioni di euro per finanziare nuovi cantieri di lavoro, concreta opportunità di occupazione per le persone più svantaggiate e più deboli.

Saranno i Comuni e le Unioni di Comuni a promuovere e realizzare nei propri territori progetti che comprendono prestazioni lavorative di carattere straordinario e servizi di sostegno utili a reinserirsi nel mondo del lavoro. Potranno parteciparvi disoccupati in condizioni di particolare disagio sociale e familiare di età uguale o superiore a 45 anni, con priorità alle persone a bassa scolarità; possono essere inserite anche persone seguite dai servizi sociali, che vivono particolari situazioni di difficoltà. Una seconda tipologia di cantieri è rivolta alle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale.