“Malattie del comportamento alimentare: oltre i falsi miti”

Alessandria: un incontro informativo e di sensibilizzazione relativo ai disturbi alimentaricon l’Associazione Mi Nutro di Vita

Proseguono gli incontri informativi gratuiti realizzati grazie ai progetti “IN/dipendenti” 2.0 e PartecipAzione 2.0 del Comune di Alessandria – Assessorato Politiche giovanili – in collaborazione con Informagiovani – ASM Costruire Insieme e Associazione Cultura e Sviluppo, con il contributo della Regione Piemonte. I progetti sono stati pensati per realizzare una campagna di sensibilizzazione agli stili di vita sostenibili. Si tratta di diversi percorsi, incontri e attività che affrontano e due temi di grande attualità: la sostenibilità e la partecipazione. I temi sono affrontati in un’ottica allargata per permettere una riflessione coinvolgente che riguardi sia una dimensione proiettata nel futuro sia il qui e ora dei giovani e delle famiglie. 

Il 5 ottobre dalle 15 alle 17, presso il Centro Giovani “Pittaluga”, l’Associazione Mi Nutro di Vita sarà protagonista di un incontro informativo e di sensibilizzazione relativo ai disturbi alimentari “Malattie del comportamento alimentare: oltre i falsi miti”. 

 Il tema verrà affrontato a partire dai falsi miti più diffusi (genere, età, volontà, ecc) in modo da fornire ai partecipanti una conoscenza adeguata su ciò che i disturbi alimentari sono realmente e comportano nella vita di chi ne soffre con focus specifici su letteratura, filosofia e comunicazione, per fornire uno sguardo alternativo e approfondito su determinati aspetti di queste malattie e una testimonianza diretta legata al vissuto personale. 

In Italia sono più di 3,5 milioni le persone che soffrono di Malattie del Comportamento Alimentare e circa 3500 quelle che ogni anno muoiono a causa di esse. La sfera più colpita è quella degli adolescenti, tuttavia negli ultimi anni e in particolare durante la pandemia si è registrato un drastico calo di età. Questi numeri possono essere moltiplicati, quantomeno raddoppiati, se pensiamo che accanto a chi si ammala c’è sempre qualcuno (familiare, amico, ecc) direttamente coinvolto a livello emotivo nella sofferenza. Una malattia che potenzialmente riguarda tutti, ma che nei fatti è ancora troppo poco conosciuta: disinformazione, cattiva comunicazione, stigma e falsi miti. Fattori che portano chi si ammala e le famiglie a vergognarsi e a non chiedere aiuto. Fare chiarezza sul vero significato di queste malattie vuol dire restituire dignità a chi sta attraversando un momento di difficoltà e al contempo offrire a tutti una possibilità di salvezza.

L’Associazione NO PROFIT Mi Nutro di Vita ha tra i suoi obiettivi principali quello di portare avanti un’opera di informazione e sensibilizzazione sul tema dei Disturbi dell’Alimentazione su tutto il territorio nazionale L’Associazione, composta da volontari/e che hanno vissuto in prima persona un’esperienza legata alle Malattie del Comportamento Alimentare, è nata per volontà di un papà, Stefano Tavilla, fondatore e attuale presidente, che ha perso la figlia Giulia a causa della malattia di cui soffriva, ma soprattutto del ritardo nelle cure.

L’Associazione non ha in alcun modo finalità di cura.

Fin dalla sua nascita (2011) l’Associazione si batte in un’opera d’informazione, supporto e sensibilizzazione attraverso

  • sportelli d’ascolto dedicati a chi ha bisogno di aiuto e dove viene svolta una prima accoglienza e orientamento alla cura. Attualmente gli sportelli si trovano a Pieve Ligure e a Biella; prossimamente verrà aperto uno sportello anche a Vercelli. Gli sportelli sono sempre raggiungibili anche per via telefonica da qualsiasi punto d’Italia.
  • gruppi di aiuto e ascolto rivolti a famiglie e nucleo affettivo
  • interventi nelle scuole calibrati in base all’età degli studenti e delle studentesse e alle esigenze delle classi
  • conferenze, campagne di sensibilizzazione, progetti artistici accomunati da un unico obiettivo: far chiarezza su ciò che i Disturbi Alimentari sono realmente e quello che comportano nella vita di chi ne è affetto, andando a smontare quella rete di false conoscenze che ancora oggi sono, purtroppo, largamente diffuse
  • proposte di legge, confronti con il mondo politico, domande, proposte, richieste per far sì che tutte le persone affette da DCA possano ricevere adeguate cure e senza dover compiere “migrazioni” chilometriche per ottenerle

Il 15 Marzo 2012, l’Associazione ha promosso per la prima volta in Italia la “Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla” dedicata alla sensibilizzazione e lotta alle Malattie del Comportamento Alimentare

L’incontro sarà condotto da Sebastiano Ruzza. Laureato in Filosofia e Comunicazione, si trasferisce a Pisa per proseguire gli studi nell’ambito della prevenzione e cura delle Malattie del Comportamento Alimentare, di cui ha sofferto. Attualmente lavora per l’Informagiovani di Vercelli, città in cui vive, e collabora con associazioni che si occupano di DCA aventi sedi in tutta Italia. Dal 2016 è membro del direttivo dell’Associazione no-profit Mi Nutro di Vita e referente per il Piemonte, in particolare delle sedi di Biella e Vercelli, dove porta avanti attività di supporto e prevenzione anche all’interno delle scuole. Nel dicembre 2019 ha pubblicato con Undici Edizioni “Corri corvo corri”, il suo primo romanzo basato sulla sua esperienza di malattia.

L’iniziativa è rivolta a studenti, famiglie, insegnati, formatori, educatori, operatori sociali e interessati ai temi trattati.

Per partecipare è necessario il Green Pass e l’iscrizione su: https://www.informagiovani.al.it/in-dipendenti-e-partecipazione-2-0-2-progetti-tante-iniziative/

Per informazioni: Informagiovani A.S.M. Costruire Insieme numero verde 800116667  informagiovani@asmcostruireinsieme.it Facebook Informagiovani Alessandria

I progetti “IN/dipendenti 2.0 e PartecipAzione 2.0 sono stati finanziati  da Regione Piemonte Direzione Sanità e Welfare – Settore Politiche per i bambini, le famiglie, minori e giovani, sostegno alle situazioni di fragilità sociale e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio civile universale nell’ambito del Bando Giovani 2020, sono promossi dal Comune di Alessandria – Assessorato Politiche giovanile, in collaborazione con l’Associazione Cultura e Sviluppo, l’Informagiovani dell’ASM Costruire Insieme di Alessandria, il CISSACA, il SER-D dell’ASL-AL e i Comuni della rete Giovani&Informati.