Momenti di poesia, Alya, Alya, di Stefania Pellegrini

(La raccolta è presente al Book festival di Pisa dal 30/9 al 3/10/21 – e si può acquistare presso l’editore: CTL Editore Livorno o sui principali store di internet)

Sotto, sopra, fragore d’azzurro.

Braccia sbattono, mani
cercano un appiglio,
corpi si dibattono.
Gelo il mare –
Intorpidisce,
annebbia la mente.
Ora sabbie, ora giorni, dorati bagliori
vorticano tra rulli di tamburi
come parte d’atavico sogno.

Brucia le labbra l’acqua salata,
ostile, ansiosa di tenermi con sé.
Sopra, sotto, mi ricorda
lo sfinimento per l’impari lotta.
La notte – il buio – il nulla –
spada pende insidiosa.
Non vedo più braccia, né corpi,
ventre il mare, padre pietoso,

piange l’indifferenza
per la nostra sorte.

Torna, va, ritorna un chiarore negli occhi
di bagliore dorato. Alta veleggia,
evanescente un’ombra…
Alya! Luce d’aurora, perla ambrata.
Un soffio, un brivido,
la mente vento, il corpo sabbia.
Oh! Volo… volo…
con lei sulle dune dorate.
L’acqua sale, le labbra, gli occhi bruciano.

Una mano,
due braccia mi afferrano, mi sollevano:
“Alya, Alya non lasciarmi ora.”

Stefania Pellegrini
(ITACA NEL CUORE, CTL Editore Livorno)