“La notte” inedito di Marco Bruni
Ispirato al Realismo Terminale
creato da Guido Oldani.

In questa notte, simile a un canneto,
sono ripieno delle tue parole
che scendono, dai monti fino a valle,
pesanti come bugno d’api rosse;
e il costato, trafitto da una lama,
sta dietro vetro di macelleria,
come i tuoi occhi stanno dentro al rimmel,
che mi parla, stretto fra denti bianchi.

Marco Bruni

Tutti i diritti riservati all’autore

Marco Bruni