Carabinieri. TORTONA: OPERAZIONE “TAXI DRIVER” – ARRESTATE 12 PERSONE PER DETENZIONE E SPACCIO DI STUPEFACENTI

I Carabinieri della Compagnia di Tortona, a conclusione di prolungate indagini avviate a seguito di un sinistro stradale mortale, nelle scorse settimane hanno dato esecuzione a un’Ordinanza di Custodia Cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Alessandria, dottor Stefano Tacchino, traendo in arresto quattro marocchini, tre uomini di 30, 27 e 24 anni e una donna di 28, e un 34enne italiano, ritenuti responsabili, a vario titolo, di detenzione e spaccio in concorso di eroina, cocaina, hashish e marijuana.

L’attività di indagine trae spunto da un incidente stradale occorso il 21 gennaio 2020 nel Comune di Sale, allorquando il conducente 27enne di origini marocchine decedeva sul colpo.

I Carabinieri della locale Stazione rinvenivano all’interno del veicolo 4,4 grammi di cocaina, 3,7 di eroina e 767 euro in contanti, accertando inoltre che, dopo l’impatto, dal veicolo era fuggita una persona. I preliminari accertamenti, suffragati da analisi dei traffici telefonici e dall’escussione di testimoni, permettevano ai Carabinieri di identificare la persona fuggita dal veicolo e di acclararne il coinvolgimento in attività di spaccio di stupefacenti unitamente al defunto conducente del mezzo.

Le successive indagini svolte dal Nucleo Operativo e Radiomobile di Tortona e dai Carabinieri di Sale, mediante attività tecniche e pedinamenti, permettevano di scoprire una fiorente attività di spaccio di stupefacenti all’interno della boscaglia tra i comuni di Castelnuovo Scrivia, Molino dei Torti e Casei Gerola, posta in essere da un gruppo di marocchini domiciliati nell’hinterland milanese e di italiani delle provincie di Alessandria e Pavia.

Nei mesi di giugno e luglio 2020, i Carabinieri hanno tratto in arresto in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti una 33enne, trovata in possesso di 11,23 grammi di cocaina e 36,45 di eroina; due 32enni, uno dei quali marocchino, trovati in possesso di 47,65 grammi di hashish e 33,77 di marijuana, oltre a 4.098 euro in contanti; un 23enne marocchino, trovato in possesso di 3,26 grammi di eroina e 5.327,55 euro; un 20enne marocchino, un 41enne e una 43enne, trovati in possesso di 60 grammi di cocaina, 270 di hashish e 1.200 euro. Le successive investigazioni, effettuate tra il 24 settembre e l’8 ottobre 2020, permettevano di accertare complessivamente 220 cessioni di cocaina, eroina e hashish, poste in essere dai cinque soggetti tratti in arresto nei giorni scorsi a seguito dell’ordinanza di custodia cautelare, che venivano rintracciati nei comuni di Peschiera Borromeo (MI), Brescia, Milano e Volpedo. Quattro dei cinque soggetti sono stati condotti presso le competenti Case Circondariali mentre la donna presso il domicilio con sottoposizione del braccialetto elettronico.