Per le donne di Kabul: Cristina Biolcati

A Kabul  

A Kabul si è fermato il vento,

non passa più fra i capelli

delle donne.

Fragili i ricordi, di una libertà

lontana.

Di una vita strana, fatta di

crudeltà e polvere da sparo.

E quando giunge la notte,

arranca l’aria torrida, mostra

un cielo d’arancio.

Che confonde le grida,

graffia di lacrime e polvere

gli occhi belli che non si

posson negare.

Cristina Biolcati

https://parolapoesia.blogspot.com/