Incoraggiare la compensazione delle emissioni delle imprese attraverso la piantumazione esclusivamente in Italia di un clone selezionato di Paulownia. Da un’idea di Giacomo Alberini e Isacco Rossi, due giovani sviluppatori web di Verona, nasce nel 2021 Treebù, risultato del connubio tra le parole tree (albero) e tribù. La startup innovativa e società benefit si propone come unica soluzione sul mercato di investimento green vantaggioso in termini di visibilità, ritorno economico e aiuto concreto all’ambiente. “Gli alberi sono i veri protagonisti dell’impegno ambientale di ogni azienda che decide di investire con noi, diventando potenti mezzi di investimento e promozione. Inoltre, i nostri pacchetti sono in grado di rendere l’intera somma investita dopo otto anni con un interesse annuo non indifferente”, spiega Giacomo Alberini, Co-Founder della startup.

L’iniziativa promuove la piantumazione di Paulownia, una pianta diffusa in Cina e Giappone a crescita ultrarapida e ad alto assorbimento di CO2, arrivando a sequestrarne fino a 100 kg l’anno. L’albero, inoltre, produce legname sostenibile di qualità adatto a molteplici utilizzi (tra cui bioedilizia e arredamento) ed è in grado di ricrescere più volte dal suo stesso tronco tagliato alla base. La startup concede la possibilità di scegliere la soluzione più idonea e la location dove piantumare la paulownia, che diventerà un polmone verde permanente, e permette di monitorare i risultati dell’investimento.

La mission di Treebù non è il semplice rimboschimento o la cattura della CO2, ma anche la realizzazione di una filiera del legno completamente sostenibile, dalla messa a dimora fino alla lavorazione e commercializzazione di prodotti lignei semilavorati o già destinati al consumatore finale. Il progetto della startup mira a creare una community di persone e aziende che scelgono di investire in sostenibilità, potendo contare anche su un ritorno economico, di reputazione e d’immagine: “Vogliamo ripartire dal made in Italy. Crediamo che in questo momento sia necessario puntare sulla valorizzazione del territorio per salvaguardare le risorse locali e portare vantaggi economici, sociali e ambientali. Allo stesso tempo vogliamo anche puntare su una finanza a impatto che possa generare gli stessi valori per gli investitori”, racconta Alberini. A stretto giro di posta, inoltre, la startup lancerà la prima campagna di crowdfunding.

Riepilogo

Sito webtreebu.io

Settore: green

Key figures: Giacomo Alberini, Isacco Rossi, Alessandro Ermanis, Sabrina Grechi, Sara Cetti

Continua su: Sorgente: Treebù, la startup veronese di investimenti green che vuole creare una nuova filiera del legno