Il dolore ai funerali di Giacomo Sartori è stato immenso e visibile sui volti di tutti, in primis degli scout schierati davanti alla chiesa in onore del 30enne trovato morto nel Pavese dopo un furto misterioso. L’addio a Giacomo si è tenuto il 2 ottobre nella chiesa di Santa Maria Annunciata a Mel, frazione di Borgo Valbelluna, la sua cittadina di origine, e si è sostanziato con la sua tumulazione nel piccolo cimitero di Marcador.

Dolore ai funerali di Giacomo Sartori: scout schierati davanti alla chiesa© Fornito da Notizie.it Dolore ai funerali di Giacomo Sartori: scout schierati davanti alla chiesa

Dolore di famiglia ed amici ai funerali di Giacomo Sartori a Borgo Valbelluna

E quel momento di dolore intensissimo, dolore della famiglia di Giacomo e di tutti quelli che lo conoscevano, ha fatto il paio con gli interrogativi ancora aperti sulla sua morte. Interrogativi che sono di fatto fascicolo di indagine della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pavia. Giacomo era scomparso il 18 settembre da Milano ed era stato trovato impiccato nell’orto di un agriturismo il 24 settembre successivo, dopo le concitate ricerche innescate dall’allarme dato da famiglia e datori di lavoro.

Continua su: Sorgente: Lo straziante addio della sua terra al 30enne trovato morto nel Pavese dopo un furto misterioso