© Social (Facebook etc) Mangia un gelato a Roma e rischia di morire per una reazione allergica: «Avevano detto che non conteneva nocciole»

Rischiare la vita per un gelato. È successo ad una turista america a Roma, la 22enne Annika Larson, che lo scorso 28 settembre è quasi morta a causa di uno shock anafilattico. La giovane ha preso un gelato al gusto cioccolato e limone in una gelateria a Monti, ma pochi minuti dopo averlo mangiato il suo volto ha cominciato a gonfiarsi. La situazione è precipitata rapidamente: Annika quasi non respirava più, ma aveva con sé la sua EpiPen (autoiniettore di epinefrina, uno strumento medico utilizzato da chi soffre di gravi allergie), che le ha permerso di arginare la reazione allergica prima di essere portata in ospedale da un’ambulanza.

Continua su: Sorgente: Roma, turista mangia un gelato e rischia la morte per shock anafilattico: «Avevano detto che non conteneva nocciole»