© Anthology Alessandro Antonini, 48 anni

Dramma della solitudine in pieno centro a Mira (Venezia). I vicini sentono un odore maleodorante provenire dall’appartamento vicino; i carabinieri forzano l’ingresso e trovano un corpo riverso a terra, era deceduto probabilmente da 15-20 giorni.

E’ morto probabilmente per un malore Alessandro Antonini 48 anni nella casa in cui era sempre vissuto insieme ai genitori entrambi deceduti. Il dramma si è manifestato in tutta la sua intensità nella serata di giovedì scorso quando i carabinieri della Tenenza di Mira, allertati dai vicini che da giorni lamentavano odori nauseanti provenire dall’abitazione di Antonini, hanno forzato la porta d’ingresso dell’appartamento, in una palazzina di ex case popolari al civico 8 di via Filippo Corridoni, proprio di fronte al giardino pubblico di via Gramsci, in pieno centro a Mira Taglio. La scena che si è presentata ai Carabinieri è stata agghiacciante, oltre all’odore nauseante e insopportabile il corpo riverso a terra in prossimità del bagno era in gravissimo stato di decomposizione, praticamente irriconoscibile.

Continua su: Sorgente: Trovato morto in casa dopo 20 giorni, Alessandro se ne va in solitudine a 48 anni