Ho offerto il mio dolore alla Poesia, di Federica Sanguigni 

Ho offerto il mio dolore alla Poesia. 

Le ho regalato le mie lacrime

i miei perché

la mia solitudine.

Scrivo versi profumati di ricordi.

Parole perse nel vento

riacciuffate prima che svaniscano. 

Bagno la mia penna

nel sangue dei giorni lasciati a metà

nella polvere impastata di sale

nell’amore negato guardando negli occhi.

Rimo lettere inquiete

tracimate dal rigo

fiumi in piena privi di argini.

Ho coltivato emozioni e paure

rubando al cielo l’ultima stella.

E nel fuoco che attraverso

brucio timori e accendo speranze.

(Federica Sanguigni)

Fotografia di Damiana de Bonis