Momenti di poesia. Ottobre in giardino, di Stefania Pellegrini

Distende il verso sull’ultima rosa
ottobre dolce
     veglia la grazia
che dalle labbra al viso
esibisce vanitosa.
Sorride leggero,
mentre veste ruggine il giardino,
svuota i nidi sull’abete
con gli addii.

Le alte vette in bianco,
trine i tetti al mattino
di cristalli di brina.

La pioggia oggi
lega il cielo alla terra,
e con passo sottile vela –
deforma la luce – ogni cosa.
Rabbuia – gronda – nebbia sottile
dilata malinconica –
non per sempre – per poco –
Ottobre dolce –
     dimora. 

Stefania Pellegrini ©

DIRITTI RISERVATI