Le nuove tendenze social media marketing 2022

La conclusione dell’anno è il momento in cui si comincia a formulare una strategia adatta per i nuovi mesi in arrivo. Quindi, si preparano le basi per il social media marketing 2022; questo processo è fondamentale al fine di stabilire nuovi obiettivi da raggiungere nonché perfezionare quelli già attuati:

gli ultimi 48 mesi hanno definito ancora più questa tendenza poiché l’impiego strategico dei social in ambito commerciale è diventato ancor più marcato ed è questo il momento di conoscere le nuove tendenze social media 2022.

Perché conoscere le nuove tendenze in anticipo

Per rispondere a questa domanda è bene fare un excursus di ciò che ha portato allo sviluppo di nuove tendenze social media 2022.

Facebook è la piattaforma maggiormente usata perché è il primo a cui ci si avvicina sia per contenuti privati che le stesse aziende per proporsi. Cambia, però, la dinamicità di come questo accade. Gli utenti trascorrono molto tempo ma il tempo dedicato è breve circa 8/9 secondi di attenzione. Quindi sono necessari contenuti corti, veloci da vedere: i video.

Sui video si è aperta una battaglia fra Facebook/Instagram e Tiktok (social emergente di questi ultimi 48 mesi con download pari a 316 milioni di utenti mondiali).

Si capisce facilmente che generare video di vario genere è un trend con una forte percentuale (oltre 80% stimato per il 2022) dove, appunto, gli stessi utenti sono protagonisti attivi proprio come le aziende.

La conseguenza è che che le applicazioni si sono sviluppate con filtri e interazioni usate strategicamente dai profili aziendali per coinvolgere il pubblico il quale è sempre più protagonista attivo all’interno delle piattaforme.

In sintesi: i social sono usati nel quotidiano in percentuale sempre maggiore ma con minore attenzione. I brand attuano meccanismi di coinvolgimento ristretti in pochi secondi. Infine, la distinzione fra brand e “seguace” si sta pian piano cancellando proprio per l’interazione dinamica fra le due parti.

Gli strumenti per le tendenze social media marketing 2022

La realtà che si presenta alle soglie del 2022 è che i diversi brand sono davanti alla necessità di soddisfare l’esigenza rivitalizzata del suo bacino di utenti (sia già acquisiti e fidelizzati) nonché la nuova fetta di mercato.

In che modo è possibile attuare una strategia di social media marketing 2022 in linea con le tenze attuali? Quali strumenti usare per avere il massimo dalle nuove tendenze? Analizziamoli (dati forniti dalla web agency L & L Comunicazione).

Intelligenza artificiale: l’IA è un valido strumento nelle nuove tendenze marketing dei social. Infatti, l’uso dei chat bot, ovvero software capaci di rispondere naturalmente alle domande poste dall’utente (pensiamo a Siri, Alexa, Google Assistant giusto per citare gli esempi più conosciuti) consente di raccogliere da parte dell’azienda dati utili per l’utente interagendo con esso e, quindi, capace di offrire al cliente finale tutte le risposte che gli occorrono.

Ricerca: la digitazione ha per ora una percentuale alta ma come visto sopra la vocalizzazione sta prendendo piede così come la ricerca attraverso immagini. Pinterest consente di individuare velocemente ciò che si cerca attraverso la modalità lente e cioè puntando la fotocamera dello smartphone su un dettaglio così da ottenere un’infinità di risultati affini alla ricerca introducendo, inoltre, lo shop (per ora non in tutti i Paesi) sulla in piattaforma così da acquistare immediatamente.

Video: certamente uno strumento con un incremento di uso in crescendo. La sua crescita è prevista, infatti, in rapido aumento fino a raggiungere il picco entro 10-12 anni. Questo dato è stato dato raccogliendo i pareri di un campione misto in fasce di età e area geografica sparso per i diversi continenti fino ad arrivare al dato finale che l’80% di condivisione complessiva di specifici video ha portato acquisti pari al 45% degli utenti raggiunti (conquistati e dunque acquisendo certezza dal prodotto presentato in video).
Inoltre, è da aggiungere a questa analisi che lo stesso Google mette in maggiore evidenza le inserzioni in video.

Risultati anticipati e analisi aumentata: questi due strumenti sono un plus da attuare in qualsiasi strategia fra le nuove tendenze social media 2022. Ancora più che si posiziona bene come complemento fra i trend 2022. Perché è così rilevante? Questi strumenti guidano l’utente nell’acquisto al fine di indirizzarlo ai prodotti più acquistati nonché seguirlo nel post vendita con notifiche di consegna. Necessario sottolineare che questi due specifici strumenti soddisfano enormemente l’esigenza dell’utente che attraverso la navigazione in rete potrebbe scoraggiarsi ad acquistare. Quindi, azzera notevolmente la possibilità di perdita sia per l’azienda che per l’utente.

Geolocalizzazione: i più attenti si saranno sicuramente accorti che negli ultimi due mesi sia Google che Instagram hanno allargato i loro servizi offrendo agli utenti la ricerca geolocalizzata. In realtà è in via sperimentale nonché disponibile solo per alcuni profili ma ottimi risultati sono stati ottenuti attraverso le inserzioni perimetrate a precise aree in cui messaggi pubblicitari arrivavano via sms, annunci sui social oppure app.
Anche in questo strumento troviamo una risposta a doppio senso che soddisfa le tendenze social e il marketing in vista del 2022.

Realtà trasferita: strumento che perfeziona la possibilità di scelta dell’utente in cerca di uno specifico prodotto.

Esempio: in caso di perplessità sulla scelta è possibile attraverso lo smartphone vedere il mobile posizionato all’interno della propria abitazione oppure vedere come uno specifico capo di abbigliamento risulta indossato. Una piccola curiosità è che Sephora (profumeria multinazionale) attraverso la sua app consente agli utenti di vedere e provare tantissimi prodotti con la possibilità di condividere il video di un tutorial di make-up.

Cosa significa? Che la domanda dell’utente in termini di certezza è soddisfatta.

Omnicanale: si è presentato timidamente nel 2018 diventando sempre più frequente come strumento fino a essere uno dei trend per le nuove tendenze di marketing via social. Significa offrire contemporaneamente tutte e due le possibilità di acquisto (fisico e virtuale). Questo specifico strumento è molto impegnativo richiedendo una presenza pressoché fissa sui vari social (individuati dalla propria strategia) nonché la creazione e la cura di una community sempre più varia e numerosa.

Si potrebbe riassumere che rispecchia la nuova esigenza sopita dal distanziamento sociale di inizio pandemia 2019 poiché crea socialità fra l’azienda e il follower.

Contenuti: cosa è un contenuto di valore? Una frase sentita mille mila volte. Un contenuto di valore è un post (per esempio) che trasmette competenza, serietà, umanità al suo bacino di utenti. La cura dei contenuti è una strategia marketing che sui social mai come ora sta assumendo proporzioni sempre maggiori. Ciò è dovuto dal fatto che i diversi utenti hanno acquisito maturità confronto al 2009 e quindi sanno scegliere, analizzare, orientarsi su ciò che è più nelle loro necessità.

In termini numerici quasi il 90% delle aziende B2B attua nella sua strategia web contenuti con finalità di marketing atte a dare la ferma sensazione che il brand in questione è affine a specifici requisiti cercati e voluti dall’utente finale.

Inserzioni su misura: questo metodo risponde perfettamente alle esigenze del popolo web. Infatti, un annuncio in perfetta linea alle esigenze del pubblico, e che quindi risolve un problema di ricerca a monte, è un trend molto forte in vista dell’anno nuovo.

Messaggistica istantanea: organizzare un canale di comunicazione via App (WhatsApp) è una tendenza che sta avendo una salita vertiginosa.

Conclusione

I trend di marketing social 2022 sono orientati verso la necessità del pubblico di riavere quel contatto interrotto oltre 48 mesi prima. Usando gli opportuni strumenti in sinergia fra loro è possibile ottenere ottimi risultati, anche affidantosi a web agency specializzate come L & L Comunicazione in Abruzzo.

Leggi anche:
Perché fare social media marketing oggi?
Daisy Ridley spiega perché non vuole tornare sui social