Settimana della DanzaMovimentoTerapia APID® 15-21 novembre
Corpo e trauma: Dal tempo sospeso alla trasformazione
Nuove forme del processo creativo

“CORPO E TRAUMA”: Dal tempo sospeso alla trasformazione. Nuove forme del processo creativo” è il titolo della Settimana della Danza Movimento Terapia (DMT) 2021, che si terrà in tutta Italia dal 15 al 21 Novembre, promossa da APID, Associazione Professionale Italiana DanzaMovimentoTerapia, affiliata all’Associazione Europea di DanzaMovimentoTerapia (EADMT) e riconosciuta dal Ministero dello Sviluppo Economico(MISE).

L’obiettivo è quello di divulgare e diffondere una professione (disciplinata dalla legge 4/2013) che, oggi in modo particolare, rappresenta una risposta al bisogno urgente di ritornare al corpo, un corpo inteso come punto di incontro espressivo e comunicativo, tra fisico e psichico, individuale e collettivo

Perché parliamo di trauma?

La situazione Covid-19 ha modificato il nostro modo di vivere e ci vorrà un percorso multiforme per riprendere la “normalità” che, verosimilmente, non sarà più la stessa. Nonostante ora si stia tornando a frequentare luoghi e attività esistenti prima della pandemia, si riscontrano in molte persone stati ansiosi e/o depressivi e altre conseguenze psichico-emotive della chiusura forzata, della distanza dall’altro, della paura, dei lutti, della perdita del lavoro.

Il Corpo è strumento di lavoro e insieme focus di osservazione in DanzaMovimentoTerapia.

Il DanzaMovimentoTerapeuta attraverso l’ascolto e la comprensione empatica, facilita l’emergere delle risorse della persona, l’aiuta a sentire e comprendere quello che il suo corpo-psiche esprime e comunica, là dove il processo creativo accompagna e stimola il benessere psicofisico.
La DMT dispone di un ventaglio di attività e percorsi terapeutici e di benessere che possono aiutare a riprendere in mano la nuova tappa di vita, partendo dalla propria corporeità, dal corpo e dal movimento, dal fare esperienza dello spazio vitale, lo spazio comune e condiviso, per affrontare le difficoltà generate da questa esperienza pandemica globale. Così è possibile attivare un processo di maggiore consapevolezza e di trasformazione degli aspetti traumatici in risorse creative.

A chi è rivolta la DMT?

Si rivolge a diverse tipologie di utenza per età e abilità, e ad ambiti differenti: dal benessere alla prevenzione, dalla ricerca alla formazione, fino al contesto clinico, all’interno di equipe con professionisti medici e psicologi, nei servizi pubblici e privati.

Chi è il professionista DMt?

E’ un professionista (artista, psicologo, educatore, insegnante, o altro) che si è specializzato con una formazione appropriata, di minimo tre anni in Scuole riconosciute da APID®, attraverso cui ha imparato a integrare, prima dentro di sé, poi come mezzo di cura dell’altro, gli aspetti corporeo e psichico, espressivo e creativo del movimento.

Fonte : https://www.facebook.com/APID.DanzaMovimentoTerapia https://www.facebook.com/APID.DanzaMovimentoTerapia