La cybersicurezza è “un’emergenza globale che ha impatti profondi su ogni aspetto della società e della geopolitica” e provoca danni economici stimati “pari a oltre il 6% del Pil mondiale”. E’ il grido d’allarme contenuto nel rapporto Clusit (Associazione italiana per la sicurezza informatica) sul primo semestre 2021. Si sono registrati il 24% in più di attacchi gravi e quelli con effetti “molto critici o devastanti” sono cresciuti dal 49% al 74%.

Cybercrime emergenza globale, dagli hacker danni pari al 6% del Pil mondiale© Afp Cybercrime emergenza globale, dagli hacker danni pari al 6% del Pil mondiale

Rapporto Clusit: “Usare i fondi Pnrr” – Per l’Italia, “auspichiamo che il Pnrr possa rappresentare l’occasione di mettersi al passo e colmare le proprie lacune anche in ambito cyber”, dice Andrea Zapparoli Manzoni, co-autore del rapporto.

In Italia 36 mln di eventi maelvoli – L’indagine include anche l’analisi degli attacchi in Italia, svolta da Fastweb: ha registrato nel semestre considerato 36 milioni di eventi malevoli, in aumento del 180% rispetto allo stesso periodo del 2020

Continua su: Sorgente: Cybercrime emergenza globale, dagli hacker danni pari al 6% del Pil mondiale