Pezzi, stracci,

fogli di giornali,

volo immenso di gabbiani,

fianchi larghi

ossa rotte,

cieco senza parola,

tempo frantumato,

aquile sugli scogli

fiume sfociato

mare calmo

terrore sul mio viso.

E del futuro

non sarò presenza.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web: ©Alan Spazzali – Personalized technique