Le mie emozioni scaturiscono
 
quando rivolgo lo sguardo al cielo,
 
la mia commozione è trattenuta
 
in quel dono di luce che esso elargisce
 
fra le bianche nuvole del suo immenso blu
 
e fra i canti degli uccelli
 
a primavera.
 
 
Le parole annidate dentro la mia anima
 
bucano brezze di sogni insiti
 
da cui si alza il canto
 
a ristorare vita adornata
 
da un’aura di gocce,
 
lente sillabe emozionali,
 
oscuri lampi e timide visioni.
 
 
Mi chiedo, Padre
 
quale coltre stellare
 
mi protegge
 
per il puro andare del giorno
 
a donare il mio tributo?