Da me venisti a luce, di Vittorio Zingone

Da me venisti a luce    

Da me venisti a luce  

E prima ch’io partissi sei partita  

In cerca di.miglior chance di vita.   

Sei andata, credo, dove c’e’ sempre luminosa aurora;  

C’e’ sempre un fiore che fa primavera;  

Dove fra le creature regna sempre amore;   

Dove salute c’e’ e c’e’ benessere.   

Tu mi hai preceduto in una dimensione cui,  

anzi il viver tuo, gia’ anelavo.   

Non ho di te invidia, figlia mia, perche’ m’attendi con ansiosa gioia 

Come io attesi te per tempo immemore.

foto pexels