https://tecnologia.libero.it/

Da oggi 15 novembre 2021 è online il nuovo portale ANPR, l’Anagrafe nazionale della popolazione residente, tramite il quale è possibile consultare e scaricare gratis, cioè senza imposta di bollo, diversi certificati che prima andavano richiesti fisicamente agli sportelli Anagrafe del Comune.

Si tratta di una novità molto importante per la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione italiana, che in futuro potrà ridurre drasticamente gli accessi agli sportelli, velocizzare e rendere molto più economico l’ottenimento di un certificato e, nel suo complesso, aiutare la diffusione di una cultura pro-digitalizzazione dell’economia e della burocrazia italiana. I certificati che è possibile richiedere da oggi via Internet, infatti, sono quelli più comuni e che più spesso vengono richiesti allo sportello. Averli a disposizione sul proprio smartphone, tablet o PC, quindi, ci farà risparmiare tempo e denaro.

Quali certificati è possibile chiedere online

In totale i certificati che sono già disponibili sul sito dell’Anagrafe nazionale della popolazione residente sono 15:

  • Anagrafico di nascita
  • Anagrafico di matrimonio
  • Cittadinanza
  • Esistenza in vita
  • Residenza
  • Residenza AIRE
  • Stato civile
  • Stato di famiglia
  • Stato di famiglia e di stato civile
  • Residenza in convivenza
  • Stato di famiglia AIRE
  • Stato di famiglia con rapporti di parentela
  • Stato Libero
  • Anagrafico di Unione Civile
  • Contratto di Convivenza

Come funziona il sito ANPR

Per consultare o scaricare uno dei 15 certificati anagrafici disponibili online è necessario accedere al sito Web https://www.anagrafenazionale.interno.it e fare clic su “Accedi ai Servizi al Cittadino“. L’accesso è possibile tramite SPIDCarta d’Identità Elettronica (CIE) o Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

Dopo aver fatto l’accesso è possibile gestire il proprio Profilo Utente (utile, ad esempio, per modificare l’indirizzo email al quale ci verranno inviati i certificati), fare la visura delle proprie generalità anagrafiche e stamparne una autocertificazione, richiedere i singoli certificati senza pagare il bollo o fare una richiesta di rettifica nel caso alcuni dei dati presenti negli archivi dell’ANPR non siano corretti.

Per chi ha familiarità con Internet, le app e in generale con la vita digitale usare il sito dell’ANPR per richiedere i certificati senza bollo è abbastanza semplice da usare, anche se la procedura di autenticazione in certi casi è abbastanza macchinosa (ad esempio per entrare con la CIE bisogna prima scaricare l’app CIE ID).

Per chi è poco avvezzo all’uso delle nuove tecnologie, in particolare per chi non è più giovanissimo, il sito è invece difficilmente utilizzabile: troppi i passaggi richiesti e troppo poche le informazioni offerte al cittadino. E’ chiaro, però, che si tratta di un primo passo e le cose potrebbero migliorare in futuro.

Continua su: Sorgente: Anagrafe online: come scaricano i certificati gratis