© Fornito da HuffPost –

“I no vax ci costano troppo, le manifestazioni vanno vietate”, dice sulle pagine del Corriere della Sera da Bergamo il primario del reparto di Terapia Intensiva del Papa Giovanni XXIII, ospedale simbolo della prima ondata di Covid. A fargli eco sulla Stampa giunge l’ospedale Galliera di Bergamo: “Letti pieni di No Vax, dobbiamo rinunciare a ricoverare altri malati”.

Il dottor Luca Lorini, direttore della Terapia intensiva del nosocomio bergamasco, afferma che è necessario raggiungere alti livelli di terze dosi per evitare nuove chiusure e vietare le manifestazioni no vax. A chi gli domanda “propone di non curare i malati no vax?”, precisa:

“Il nostro codice deontologico lo vieta. Vorrei far passare il principio che chi si ammala per una sua scelta non può togliere risorse, posti letto e tempo dei dottori agli altri che hanno malattie gravi. Poi non saprei come fare, è una scelta che spetta ai politici. Ma certe cose non possono essere accettabili. Come anche il fatto che chiunque possa parlare. Quando sento dire certe cose mi vergogno, per i morti che abbiamo avuto”

Leggi tutto su: Sorgente: Il primario di Bergamo: “No Vax costano troppo”. “Tolgono posto ad altri pazienti”, dice Genova