E salirai nel vuoto

come certo fa il vento,

e non volterai indietro

il volto ormai già perso

verso il futuro prossimo

di un cielo azzurro

senza nuvole a squarciarlo,

e salirai finchè avrai fiato

anche se sentirai fatica

quella di un tempo andato

che certo non ritornerà

E salirai nel vuoto

sentendo sempre la leggerezza

farsi avanti e donarti ebrezza

come un vino di cui

pensi ormai solo il colore

ma non ne senti più il bisogno

ma un ricordo dentro il cuore.

E salirai nel vuoto

e tutto sarà finalmente bello

buono e sincero

come un ritornare a piangere davvero

le lacrime di un gelato negato

o di un palloncino perso

in quello stesso cielo.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web: Foto by Nexion