Si trasmette il comunicato stampa del Comune di Novi Ligure (Consiglio Comunale del 15 novembre 2021).

Comunicato Stampa

Consiglio comunale del 15 novembre 2021

Il Consiglio Comunale svoltasi lunedì 15 novembre si è aperto con la convalida del Consigliere Comunale Barbara Garrone, ancora assente per motivi di salute.

Si è poi proceduto alla sostituzione di Edoardo Moncalvo, recentemente nominato Assessore, in vari organismi di cui faceva parte come Consigliere.

Come componente della I Commissione consiliare (Gestione del Territorio, Trasporti, Protezione Civile, Attività Produttive) è stata nominata Luisa Baruffa, mentre per la II Commissione (Bilancio e Finanze, Patrimonio, Economato, Regolamenti, Consorzi e Aziende Partecipate) Eleonora Gatti.

Luciano Saracino è stato designato in qualità di Consigliere Comunale all’interno della Commissione Agricoltura e Foreste e della struttura di controllo sulle società partecipate.

L’argomento principale della seduta è stata la discussione sul Documento Unico di Programmazione (DUP) 2022/2024. L’Assessore al Bilancio, Edoardo Moncalvo, ha ricordato che il documento, predisposto dal suo predecessore, Maurizio Delfino, è già stato presentato in sede di Commissione e si è limitato a fare alcune considerazioni generali per dare spazio al dibattito in aula. «Il Dup – ha spiegato l’Assessore – è un atto molto importante perché serve a fissare gli obiettivi strategici dell’ente. In sede di Commissione ci confronteremo sulle proposte di modifica presentate dai Consiglieri per definire la nota di aggiornamento al Dup e il prossimo Bilancio di Previsione. Da parte nostra – ha proseguito Moncalvo – c’è la massima attenzione al documento di programmazione per portare a termine il programma elettorale, purtroppo fortemente condizionato dagli effetti della pandemia.»

L’Assessore ha poi fatto una rapida panoramica sugli obiettivi prioritari indicati dalle varie missioni contenute nel Dup. Tra questi, la riorganizzazione del personale per migliorare i servizi offerti ai cittadini, il rafforzamento dei controlli sulle società partecipate, il potenziamento della polizia locale per garantire ordine pubblico e sicurezza, il diritto allo studio e la tutela delle attività culturali, il sostegno alle politiche giovanili e allo sport, l’attenzione all’ambiente, all’assetto del territorio, al trasporto pubblico locale, allo sviluppo economico e alle politiche sociali.

La riunione è proseguita con un lungo dibattito caratterizzato dagli interventi dei Consiglieri Comunali, che hanno toccato tutti i punti del Dup, e dalle repliche degli Assessori, chiamati in causa per rispondere a una serie di chiarimenti.

I consiglieri di maggioranza si sono complimentati con l’Assessore Moncalvo per la puntuale relazione presentata e hanno evidenziato, nel contempo, gli ottimi risultati ottenuti fino ad oggi. A questo proposito, tra le altre cose, il Consigliere Perocchio si è detto molto soddisfatto per l’esito positivo della gara di cessione del Cit e per la prima tranche di finanziamenti del PNRR che porteranno a Novi circa 700 mila euro finalizzati alla ristrutturazione della sede comunale di Palazzo Dellepiane.

La Consigliera Zippo, inoltre, ha presentato una serie di emendamenti, orientati verso una politica green, che vanno a modificare e integrare diverse missioni contenute nel Dup: dalla modifica al regolamento degli orti comunali per semplificare l’individuazione e l’assegnazione delle aree, all’elaborazione di interventi per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica, fino al coinvolgimento delle scuole e delle associazioni cittadine su progetti in favore dell’ambiente.

Il gruppo Democratici per Novi ha criticato la mancanza di una visione chiara dell’Amministrazione comunale nei confronti della città. Tra le altre cose, il Consigliere Tedeschi ha evidenziato il risultato negativo ottenuto sul fronte della raccolta differenziata dei rifiuti che, secondo i dati diffusi dalla Regione Piemonte, vedono Novi poco sopra al 54% contro il 74% di Tortona. Tedeschi, inoltre, ha chiesto chiarimenti sui dati del Pef (Piano economico finanziario) utilizzati dal Comune per la determinazione della Tari, che risulterebbero più alti di circa 600.000 euro rispetto a quelli indicati dal Consorzio Servizi Rifiuti nello stesso documento. Secondo il capogruppo dei Democratici questa differenza avrebbe provocato un aumento ingiustificato della tassa rifiuti.

Sul primo punto l’Assessore all’Ambiente, Roberta Bruno, ha replicato che i dati trasmessi alla Regione non sono lo specchio degli effetti del sistema “porta a porta” come si può verificare consultando le annate precedenti. Gli stessi, infatti, non riguardano solo le utenze servite direttamente dalle nostre partecipate ma risentono fortemente anche del numero di aziende presenti sul territorio che attuano una differenziazione legata alla propria attività sfruttando altri canali. Esaminando i dati forniti da SRT – ha concluso l’Assessore – il comportamento di Novi, nonostante le difficoltà nella conclusione della fase di avvio su tutto il territorio, inizia a sortire esiti positivi.

«Per quanto riguarda la tassa rifiuti – ha replicato l’Assessore Moncalvo – il quesito posto dal Consigliere Tedeschi merita una risposta precisa, pertanto mi riservo di acquisire informazioni dettagliate in merito per fornire un chiarimento al più presto».

Al termine del dibattito si è proceduto alle votazioni sugli emendamenti presentati dalla Consigliera Zippo e sul testo finale del Dup. I primi sono stati approvati con 7 voti favorevoli (i gruppi di opposizione e il Presidente Oscar Poletto) 4 astensioni (il gruppo della Lega) e 5 contrari. Approvato anche il Documento Unico di Programmazione con 7 voti favorevoli da parte della maggioranza, 6 contrari (i gruppi di opposizione) e 3 astensioni (i Consiglieri Bertoli, Bonvini e Sabbadin).

Dal Palazzo Comunale, 16 novembre 2021

                                                            L’Ufficio Stampa