Non cercare di competere

con le mie insane inquietudini

che inducono pensieri smaniosi

ed ingiustificate gelosie.

Di sicuro ci sarà tempo

per chiarire e per osare

tempo per sciogliere il mistero

d’una vita irrisolta.

Quando un poeta scriverà

quando la sera si stenderà

contro il cielo.

Perciò non chiederti nulla

ma ascolta invece,

ascolta ti prego

flebile come un sospiro

la voce di chi ti ama

fluttuare nella notte

cosicché tu, appena ridesta

crederai che siano le mie parole

musica soltanto

d’un ineffabile sogno.

© Antonio Fasolo