Nella tradizione Theravada dello Sri Lanka questa luna piena è Il Poya. Vi si celebra l’annuncio della venuta di Maitreya, “l’Amorevole”, il Buddha del futuro: colui che verrà un giorno a restaurare gli insegnamenti e l’armonia sulla terra dopo un’epoca degenerata.
In molte tradizioni religiose c’è un evento, collocato nel futuro, che rappresenta il senso di quello che viviamo oggi, attraverso la promessa che i tormenti e le contraddizioni si risolveranno. Ma in tal modo quell’evento diviene paradossalmente il seme gettato nell’adesso, fecondandolo. In quella prospettiva nulla di ciò che viviamo va perduto. In quella luce ogni attimo risplende.