” Le più belle favole “, di Rosa Cozzi

” Le più belle favole “

C’era una volta in una casetta molto carina : Mamma , Papà e una bella bambina di nome Caterina, tutti la chiamavano Ketty e aveva una gattina dal pelo rosso, molto folto e lungo, che lei chiamava Mutty ed era molto coccolata dalla sua padroncina.

La piccola l’amava così tanto che aveva persino 

arredato la sua nicchia con un comodo lettino, aveva 

la copertina con tanti quadratini colorati dove Mutty 

si accoccolava quando dormiva e vicino al letto c’era 

il comodino e persino un tavolino.

Mutty passava molto tempo a dormire, ma ogni giorno 

amava molto gironzolare fuori nel prato e nel giardino. 

Quando passeggiava alzava la piccola testa e con il suo musino annusava tutti gli odori della strada e pareva approvare quello che annusava. 

Così passava il tempo !

Un giorno usci per fare il solito giro quotidiano e vide che una polvere bianca copriva gli alberi, il prato, la strada.

Era tutto strano, tocco con le zampine quella polvere 

immacolata e senti che era molto fredda. Le si era appiccicata sulle zampine e cercando di scrollare  

quella polvere così fredda, un pochino le finì sul naso 

e starnutì e starnutì ancora, miagolando attirò

l’attenzione della sua padroncina. 

Ketty capì che Mutty aveva freddo, le scrollò la neve 

dal pelo, si perché era proprio la neve che era scesa abbondante durante la notte. 

Prendendola in braccio e lisciandole il suo pelo fulvo 

la porto nella sua nicchia, le diede da bere del latte, la coprì ben bene e aspettò che incominciasse a fare le fusa. Andava tutto bene, Mutty era veramente una gattina fortunata. . .

di Rosa Cozzi

da ” Le favole più belle “

DL. 1941/63