ALESSANDRIA SI ILLUMINA DI ARANCIONE E DICE “NO” ALLA VIOLENZA SULLE DONNE

Anche Alessandria partecipa con alcuni luoghi illuminati di arancione alla campagna ONU,  Orange the World : il 24 Novembre, Zonta Club Alessandria, in collaborazione con Assessorato alle Pari Opportunità e Consulta Pari Opportunità, “accenderà” il ponte Meier che rimarrà illuminato di arancione fino al 10 dicembre, a conclusione dei 16 giorni di mobilitazione mondiale contro la violenza sulle donne. Il simbolo della città illuminato di arancione sta a significare che anche Alessandria vuole per le sue cittadine un futuro libero da ogni forma di violenza e per questo accende l’attenzione sulle tante opportunità di ascolto, di aiuto che le donne possono trovare nelle istituzioni pubbliche, nelle tante associazioni che si uniscono per fare informazione, per prevenire e contrastare una piaga sociale di cui il femminicidio, di cui tanto si parla in questi giorni, è solo la punta di un iceberg. 

Appuntamento alle ore 18 nei pressi del ponte dove sarà presentato lo striscione informativo  “BASTA VIOLENZA SULLE DONNE” semprea cura di Zonta Club Alessandria nell’ambito della campagna internazionale Zonta Say NO to violence Against Women. Il banner informa sull’esistenza del centro antiviolenza me.dea, sul suo numero verde  800098981 e sul numero verde nazionale 1522, promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità  –  che accoglie h24  le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking. Poi alle ore 18:30 accensione dell’illuminazione arancione:  Alle ore 19 Inner Wheel invita all’ aperitivo informativo “DONNE AFGHANE, Identità negate” all’Hotel Alli Due Buoi Rossi, dove interverrà la giornalista Monica Di Pillo de “Il Messaggero”.

Giovedì 25 novembre, Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, tanti gli appuntamenti tutti in collaborazione con Assessorato alle Pari Opportunità e Consulta Pari Opportunità :

alle ore 10 in piazzetta della Lega prenderà vita il flash mob “LIBERE TUTTE” promosso dal centro antiviolenza me.dea in collaborazione  con Tessere le Identità, Avis Al, Unione Ciechi, Monferrato Chapter;

alle ore 10:30 la città si ferma per un minuto di silenzio promosso ancora da Zonta Club Alessandria e Istituti Penitenziari “Cantello e Gaeta” di Alessandria nell’ambito della campagna “Giù le mani dalle Donne” in collaborazione con Zonta Italia e Provveditorato Regionale alle Carceri – Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria: tutta la popolazione  è invitata ad osservare  il momento di raccoglimento in un ideale ponte oltre le sbarre;

alle ore 11 nella cappella del Cimitero Monumentale di Alessandria, PREGHIERA E DEPOSIZIONE DELLA ROSA arancione in memoria delle donne vittime di violenzaa cura di CIF e Soroptimist d’Italia Club di Alessandria in collaborazione con Convegni di Cultura Beata Maria Cristina di Savoia;

alle ore 15 prenderà il via il webinar online su “LINGUAGGIO SESSISTA: retaggio patriarcale, malcostume o opportunismo” a cura del Comitato Pari Opportunità dell’ Ordine degli Avvocati.

Il giorno seguente, venerdì 26 novembre alle ore 18, F.I.D.A.P.A.  B.P.W. Italy Alessandria invita alla Taglieria del Pelo di corso XX Settembre per l’iniziativa“LEI SA GIA’ VINCERE – La Comunicazione illuminata”,  con presentazione dell’omonimo libro di Roberto Sabatino.  Sabato 27 novembre alle ore 17  a Palazzo Cuttica Convegni di Cultura Beata Maria Cristina di Savoia in collaborazione con CIF e ASM Costruire Insieme-CulturAle propone il Recital “MANEGGIAMI CON CURA”,sull’importanza del linguaggio utilizzato dai media e nel mondo del lavoro. La prima settimana di iniziative si conclude domenica 28 novembre con l’adesione da parte della Diocesi di Alessandria all’appello della Consulta Pari Opportunità: in tutte le chiese, durante le Sante Messe verrà letta una intenzione dedicata alle donne che vivono nella sofferenza, nella paura della violenza, perché non si sentano sole, perché siano forti, trovino ascolto e aiuto. Il messaggio sarà ripetuto anche domenica 5 dicembre e nella festività dell’Immacolata.

Altri eventi organizzati da associazioni e sindacati si svolgeranno in concomitanza del 25 novembre perché la violenza va riconosciuta e denunciate, le donne devono sapere di non essere sole.

Le numerose iniziative avviate già a partire dal 19 novembre, con la vendita benefica delle clementine ‘antiviolenza’ di Confagricoltura Donna, sono la testimonianza che la disparità di genere si combatte anche attraverso l’informazione e la prevenzione e solo mirando ad un accrescimento educativo e al cambiamento culturale – afferma il Sindaco, Gianfranco Cuttica di Revigliasco –. Molti passi in avanti sono già stati fatti ma occorre continuare a coltivare una società civile in grado di coinvolgere tutti nel tessere e implementare sane relazioni umane,  consapevoli che la non violenza richieda molta forza e perseveranza”.