Novità in arrivo a gennaio per i pensionati. Come è noto la Corte Costituzionale ha deciso per la riduzione del contributo di solidarietà sulle pensioni d’oro da cinque a tre anni ponendo fine immediatamente all’erogazione del sussidio statale.

© Fornito da Il Giornale

Cosa dice la sentenza

Due anni in meno rispetto a quanto previsto dalla Legge di Stabilità del 2019 sugli assegni superiori ai 100mila euro lordi l’anno. Se in origine il termine ultimo era previsto per il 31 dicembre 2023, la sentenza n. 234/2020 ha ribaltato tutto: la Corte ha deciso per la riduzione del periodo di applicazione e lo stop si avrà tra poche settimane, il 31 dicembre 2021. Quali sono i motivi di questo “ripensamento”? In un passaggio della sentenza pubblicato si legge che “nell’ambito strettamente previdenziale risulta evidente la tendenza dell’ordinamento a non proiettare oltre il triennio valutazioni e determinazioni cui si addice uno spazio di osservazione più circoscritto, come testimonia l’evoluzione della disciplina del coefficiente di trasformazione del montante individuale dei contributi”.

Leggi tutto su: Sorgente: Da gennaio sparisce il “contributo” sulle pensioni: cosa cambia