Momenti di poesia. E domani?, di Stefania Pellegrini

Squilla il telefono… due, tre, dieci volte,
sbranando il silenzio,
    rimbomba
    come grancassa il cuore.
Ancora lui?
Esiti sulla porta – le gambe tremano –
non rispondi!
Gelo scende nella stanza,
pungente incide l’orda dei pensieri –
l’equilibrio vacilla
nel groppo che serra la gola.
    SAI CHE È LUI!
La decima volta oggi,
e i messaggi si sommano
sul cellulare.

Sotto casa pedina ogni tua mossa.
Senti la sua presenza:
la mano viscida che ti carezza,
la voce melliflua che ti adula
con parole spacciate per amore.
    Rifugge il pensiero
    che ti spoglia – ti viola insistente.
Brividi serpeggiano lungo la schiena.
Spengi la luce,
    ti raggomitoli
sul divano, copri le orecchie.

    Ancora uno squillo –
    silenzio.
Forse oggi è finita. – E domani?
Come un gatto mansueto, tenero,
di dolcezza ti stordirà
o con veleno insolente ti graffierà.
O forse no! – Ti farà sua per sempre
e di lama o di fuoco
ti penetrerà!
O forse no – chissà.

Stefania Pellegrini ©

(Pubblicata sulla raccolta “ITACA NEL CUORE” CTL Editore Livorno – Anno 2020)