Steve McCurry

immortalato da Steve McCurry in una foto scattata nel 1984, scelta poi come copertina da National system-pagebreakGeographic National Geographic l’anno dopo fece il giro del mondo, divenendo il simbolo della condizione dei profughi di ogni provenienza.

Identificata come la ragazza Afgana, è rimasta nell’anonimato fino al 2002, quando dopo 17 anni McCurry e la troupe della National Geographic Television hanno deciso di provare a darle un nome rintracciandola in un Agfanistan molto cambiato. (Da quest’operazione di ricerca la National Geographic produsse il documentario Search for the Afghan Girl mandato in onda per la prima volta il 9 marzo 2003, oltre a ri-dedicare una prima di copertina alla donna che per 17 anni era stata ignara della fama conquistata nel mondo dalla sua immagine.
In un bell’articolo del National Geographic si legge il racconto di quanto accaduto, dalla rievocazione del momento della foto, al momento dell’identificazione della ragazza, della sua vita e delle condizioni del suo paese.

Fonte: Web