SONY DSC

I Carabinieri di Balzola, a conclusione degli accertamenti, hanno denunciato in stato di libertà per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali un 57enne marocchino che, dal 1998 e in modo continuativo, avrebbe maltrattato la moglie con insulti e violenze, anche fisiche, colpendola, nel corso dell’ultimo evento del mese di ottobre, al volto, causandole lesioni giudicate guaribili in circa otto giorni. In seguito alla comunicazione all’Autorità Giudiziaria, venivano attivate le procedure del “Codice Rosso”. 

I Carabinieri di Ticineto, a conclusione degli accertamenti scaturiti dalla querela presentata dalla parte lesa, hanno denunciato in stato di libertà per minacce un 68enne con precedenti di polizia. L’uomo, al culmine di un’accesa lite scoppiata per futili motivi legati a questioni di vicinato, minacciava pesantemente il vicino brandendo una falce.

I Carabinieri di Ticineto, a conclusione degli accertamenti, hanno tratto in arresto in ottemperanza a un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Vercelli una 50enne con pregiudizi di polizia, che, al termine delle formalità rito, è stata accompagnata presso la Casa Circondariale di Vercelli, dove sconterà una pena di 2 anni per una rapina commessa nel luglio del 2017. 

I Carabinieri di Rosignano hanno denunciato per guida in stato di ebbrezza un 56enne di origini turche, gravato da numerosi pregiudizi di polizia. I Carabinieri, intervenuti all’inizio di novembre per un sinistro stradale frontale tra due vetture, causato dall’uomo, lo sottoponevano all’alcooltest, da cui risultava avere un tasso alcolico pari a 1.11 g/l. Oltre alla denuncia, gli veniva ritirata la patente e il veicolo veniva sottoposto a fermo amministrativo.

I Carabinieri del NOR di Casale hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria per guida in stato di ebbrezza alcolica un 72enne che, a seguito di un sinistro, nel corso del quale tamponava un’altra auto, veniva accompagnato in caserma e sottoposto all’alcooltest, evidenziando un tasso alcolico pari a 1.61 g/l. Oltre alla denuncia all’Autorità Giudiziaria, gli veniva ritirata la patente di guida e il veicolo veniva posto sotto sequestro ai fini della confisca.