Libero alfine

da questa ambiguità

atomizzata

di sentimenti contigui

e licenziosi plurisensi

che la mente solitaria

non riesce ad estinguere,

accolgo, affrancato

dagli istinti,

una tenue traccia

razionale

scissa ma inesplosa.

E con rigore nostalgico

mi lascio andare

oltre ogni limite

tracciato dal rigore

d’una incoercibile

passione.

© Antonio Fasolo