Agi: La stretta sugli stadi entrerà in vigore da subito (e colpirà i big match dell’epifania)

La restrizione si applicherà già ai big match di serie A in programma il 6 gennaio (Milan-Roma) e il 9 gennaio (Inter-Lazio e Roma-Juve)

COVID STADI RESTRIZIONI CAPIENZA 30 dicembre 2021

https://www.agi.it/

covid stretta stadi riduzione capienza da subito
© GIUSEPPE COTTINI / NurPhoto 
– Lo stadio Meazza di San Siro 

AGI – Entrerà in vigore subito la riduzione della capienza degli stadi al 50% e quella dei palazzetti al 35% previste dal decreto per il contrasto alla diffusione della variante Omicron. Lo apprende l’AGI. Questo vuol dire che la retsrizione si applichera’ gia’ ai big match di serie A in programma all’Epifania (Milan-Roma) e il 9 gennaio (Inter-Lazio e Roma-Juve).  PUBBLICITÀ

La Roma si è subito cautelata facendo sapere di aver sospeso la vendita dei biglietti delle gare contro Juventus, Cagliari e Lecce “in attesa di ulteriori delucidazioni e conferme circa la capienza degli stadi ridotta al 50%”. Nei prossimi giorni verranno date ulteriori informazioni circa le modalità d’accesso alle prossime partite”, ha scritto il club in una nota. LEGGI ANCHE

Il decreto, in vigore dal 10 gennaio, prevede che per i non vaccinati continueranno a vigere le attuali regole di isolamento (quarantena di 10 giorni in caso di contatto con un positivo). Le capienze si riducono al 50% negli impianti all'aperto e al 35% in quelli al chiuso. Super green pass obbligatorio per trasporti, matrimoni, alberghi, congressi e piscine. Nei primi giorni del 2022 sono attese nuove misure

Nessuna quarantena per chi ha booster o la seconda dose da meno di 4 mesi 

Il decreto, in vigore dal 10 gennaio, prevede che per i non vaccinati continueranno a vigere le attuali regole di isolamento (quarantena di 10 giorni in caso di contatto con un positivo). Le capienze si riducono al 50% negli impianti all’aperto e al 35% in quelli al chiuso. Super green pass obbligatorio per trasporti, matrimoni, alberghi, congressi e piscine. Nei primi giorni del 2022 sono attese nuove misure