Photo by Roberto Nickson on Pexels.com

“È pure una bella illusione quella degli anniversari, per cui quantunque quel giorno non abbia niente più che fare col passato che qualunque altro, … ci par veramente che quelle tali cose che son morte per sempre né possono più tornare, tuttavia rivivano e siano presenti come in ombra, cosa che ci consola infinitamente … illudendoci sulla presenza di quelle cose che vorremmo presenti e, o di cui pur ci piace di ricordarci … Così negli anniversari. Ed io ricordo di avere con indicibile affetto aspettato e notato e scorso come sacro il giorno della settimana e poi del mese e poi dell’anno rispondente a quello dov’io provai per la prima volta un tocco di una carissima passione”.

GIACOMO LEOPARDI, Zibaldone, 60, 21/5/1819.

La riflessione di Leopardi sull’illusione degli anniversari, un corollario della poetica della rimembranza, mi sembra adatta al capodanno.