Antonella Viola: Il 2021 è stato l’anno più intenso e difficile della mia vita

Il 2021 è stato l’anno più intenso e difficile della mia vita. Se alcuni momenti, alcune tappe resteranno per sempre come ricordi positivi e irripetibili (il mio primo libro, per esempio) la maggior parte dei giorni del 2021 preferirei dimenticala per sempre. Ma poiché non siamo in grado di eliminare selettivamente i ricordi tristi, credo che la cosa migliore da fare sia imparare, trarre una lezione anche dai momenti più bui. 

Cosa ho imparato dunque nel 2021? Prima di tutto che la maggior parte delle persone non è sincera: molti mentono per interesse e sapendo di farlo, altri sono così abituati alle menzogne che ormai mentono anche a se stessi. 

Spero che un anno intero a contatto con persone così mi aiuti a saperle riconoscere subito nel futuro e a proteggermi da loro. Sono stata colpita da invidia e odio, come mai prima d’ora; ma ho capito che bastano un grazie da uno sconosciuto o un abbraccio sincero per cancellarli in un istante. 

Ho visto la differenza tra incantatori che parlano a vanvera e indossano una maschera diversa per ogni occasione e persone vere, autentiche, che non ti vendono sogni ma sono disposte a tutto per aiutarti a realizzarli. 

Così come ho imparato che esistono persone cattive il cui unico scopo è distruggere sogni e progetti altrui. E, grazie al 2021, so che sebbene io sia in grado di gestirle, non voglio sprecare la mia vita con loro. 

Ho riscoperto 3 cose che sapevo ma che spesso dimentico: che viaggiare è bello ma il vero viaggio è dentro di se’; che non bisogna mai rinnegare se stessi, ne’ per amore ne’ per interesse; che la felicità si raggiunge accogliendo ciò che ci fa star bene e allontanando tutto quello che ci corrompe. 

So che anche il 2022 non sarà un anno semplice, ma mi auguro di affrontarlo più preparata, più forte di quello passato. Mi auguro e vi auguro un anno di luce, dentro e fuori. Un anno alla luce del sole