https://parcodeinebrodi.blogspot.com/2022/01/plastic-free-meno-plastica-scuola.html

“Meno plastica a scuola” quarto laboratorio partecipativo della Città Metropolitana di Messina. Nell’ambito dell’Agenda per lo sviluppo sostenibile Messina 2030 si è svolto il quarto dei laboratori partecipativi promossi dalla Città Metropolitana nell’ambito della “Agenda per lo sviluppo sostenibile Messina 2030”. Il tema trattato: “Meno plastica a scuola”, vuole essere uno stimolo per avviare una riflessione tra Enti, Istituzioni, Associazio-ni, cittadini con il coinvolgimento delle scuole, sull’utilizzo sempre più frequente della plasti-ca in ogni aspetto della nostra vita. 

Messina, 4 gennaio 2022 – Si tratta di un ma-teriale certamente utile e versatile, ma che provoca notevoli ricadute sull’ambiente, sia per la sua provenienza da fonti non rinnova-bili ed i lunghissimi tempi necessari al suo riassorbimento, sia per le problematiche del-lo smaltimento, troppo spesso scorretto fon-te di notevole inquinamento terrestre e mari-no. Inquinamento che, tra l’altro, ritorna nei nostri piatti attraverso il cibo. I lavori sono stati introdotti dall’amministratore della TPS pro, Lucio Rubini, che ha sottolineato come il laboratorio abbia inteso proporre una rifles-sione ed un confronto sulle possibili azioni da compiere per ridurre l’utilizzo di plastiche in un ambiente circoscritto come quello sco-lastico, quindi la dott.ssa Elena Lucia di “Inte-grazione Urbana” di Roma, ha illustrato agli studenti presenti in teleconferenza varie so-luzioni di riutilizzo e di riciclo delle materie plastiche.

Hanno partecipato all’evento gli Istituti scolastici della Città di Messina: I.C. Paradiso, I.C. Villa Lina- Ritiro, I.C. Battisti-Foscolo, I.C. Santa Margherita, I.C. Giovanni XXIII , I.S. Bisazza e l’ I.S. Borghese- Faranda di Patti , oltre ad Istituzioni del territorio metropolitano, Enti, associazioni ambientaliste e cittadini. La Città metropolitana, da parte sua, nei primi mesi del 2022 organizzerà un ciclo di conferenze nelle scuole sulle problematiche della sostenibilità ambientale e fornirà ad alcune scuole e agli uffici dell’Ente le “Case dell’acqua” ovvero dei sistemi di potabilizzazione dell’acqua, fornendo contestualmente a studenti e dipendenti delle borracce di alluminio per ridurre l’utilizzo di bottiglie di plastica.

I lavori sono stati conclusi dal dott. Carmelo Casano, referente tecnico del progetto, che dopo avere ringraziato i partecipanti, ha fat-to un breve sintesi dei lavori, sottolineando come l’impegno delle Istituzioni possa argi-nare il problema della sempre maggiore dif-fusione dell’uso della plastica, solo se ac-compagnato da una accresciuta sensibilità da parte della collettività ma soprattutto dal-l’impegno in questa direzione da parte di ognuno di noi.

FILASTROCCHE PLASTIC FREE (Per sviluppare una memoria di ferro e ricordarsi che i bicchieri di carta, in realtà sono fatti di plastica)