© Mauro Scrobogna / LaPresse26-03-2010 RomaPoliticaElezioni regionali – campagna elettorale PDL Nella foto: il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e Renata Polverini canditata alla presidenza della regione Lazio per il PDL durante la manifestazione di chiusura della campagna elettoraleMauro Scrobogna / LaPresse26-03-2010 RomaPoliticsRegional elections – Polverini election campaignIn the picture: Prime Minister Silvio Berlusconi and Renata Polverini Lazio Region Governor candidate for PDL political movement during the last meeting of the election campaign

QUIRINALE, CHI SONO I GRANDI ELETTORI 

Sulla corsa al Quirinale è arrivato il primo punto fermo. Le votazioni inizieranno il 24 gennaio alle 15. Lo ha stabilito, come previsto, il presidente della Camera Roberto Fico, che ha convocato in una lettera il Parlamento in seduta comune. Ora si lavora per stabilire le modalità di voto, che a causa dell’emergenza Covid saranno rallentate per evitare assembramenti. 

I 1007 grandi elettori saranno divisi in gruppi che si alterneranno in presenza in aula per esprimere il voto. In questo modo, a differenza delle altre consultazioni, non si potrà tenere più di uno scrutinio al giorno, con il rischio, perciò, che si prolunghino di molto i tempi per arrivare all’elezione del prossimo Capo dello Stato. Oltre a deputati e senatori, la Costituzione prevede che a votare il Presidente della Repubblica ci siano anche 58 delegati regionali (tre per regione, tranne la Valle d’Aosta che ne ha uno solo) decisi dai consigli regionali. Il loro voto sarà determinante. 

E allora chi sono questi delegati? Sul Fatto di domani vedremo quali sono i nomi più probabili e come potrebbero votare. Anche su di loro conta Berlusconi per arrivare alla maggioranza dei voti. Il leader di Forza Italia è sempre convinto di avere i numeri per il Colle e la sua ostinazione comincia a diventare un ostacolo per gli altri leader del centrodestra, impossibilitati a smarcarsi e negoziare un nome bipartisan finché sarà sul tavolo la candidatura di bandiera. 

Salvini ha fatto capire che sta lavorando “riservatamente” per mettere al tavolo gli altri leader politici per discutere di un nome condiviso. Della candidatura di Berlusconi parleremo con la deputata di FI Renata Polverini, che racconterà come il partito sta facendo scouting per sostenere la candidatura di B. al Colle. Contro l’ascesa di B. al Quirinale, è sempre attiva la nostra petizione su change.org.

Da: Il Fatto Quotidiano