Nella corposa esaltazione
d’un richiamo setoso
fragili muschi d’epidermide
rubano
al fiato accelerato
un fragile aroma di pastosa dolcezza
Sbriciolata 
da un sovrano odore di sesso
s’apre un varco la bocca
vogliosa di quei sapori
disarmanti la mente
Scivolano labbra vermiglie
su morbidi scogli
pregustando saline schiume
dietro il riflesso d’un eco prolungato
non più sottaciuto
@Silvia De Angelis