Buongiorno ! …
<< L ‘Epifania tutte le feste porta via >>
<< I REGALI DELLA BEFANA >>

La Befana sta’ arrivando con la sua scopa a motore,
va veloce come il vento, e si copre anche il mento,
con il casco e gli occhialini, a la page vuol sembrare.
Vuole andare dappertutto, col suo sacco a regalare,
caramelle, bamboline, giochi, ed anche del carbone.
Passare dai comignoli non può, dalla porta dovrà entrare.
Fare presto,fare il giro,prima che sia già mattino,
troveranno ancora appesa la calzetta al camino.
Se son stati tutti buoni, tutti bravi, ecco i doni meritati.
Dal cuscino alzan la testa, bimbe bionde, bimbi bruni,
ma se i bimbi non son stati tutti bravi tutti buoni,
cosa fare la Befana che ben sa cosa donare.
Ai ribelli pargoletti, il carbone con la pala,
deve solo regalare, ma che buono da mangiare,
anche se non meritato così sempre s’ha da fare.
Ma se poi vogliam sentire, cosa dice la Befana,
aguzziamo un po’ l’udito e restiamo ad ascoltare :
<< Io regalo, non punisco e ogni bimbo riconosco>>.
Che bambino si é per poco, perciò lo lascio al gioco,
quel che resta per giocare, divertirsi deve fare,
diamo si tutto il carbone, ma sia dolce é zuccheroso.
Sgranocchiarlo si potrà, e la pena non avrà,
non si può premiare i buoni, e punire i cattivelli,
ricordate bambinelli che non siete solo belli.
Ma se vi comporterete con gentile cortesia,
ogni anno spensierato vi verrà ricompensato,
tutti i giorni che verranno, esperienze vi daranno.
Dopo che me ne sarò andata, vi sarò tanto grata,
abbracciate e date un bacio, alla vostra cara mamma,
se farete i bravi bambini, io sempre lo saprò,
e per sempre tanti doni io vi porterò ! . . .

Di Rosa Cozzi
Da “I regali della Befana”
DL. 1941/633