Canto Aulico

Profumo d’incanti
dietro le tue finestre
muore tra nebbia fine
il giorno.

Nella penombra sei sola
e ti assale la nostalgia
a colmare l’anima
di quella dolcezza
e forza antica.

È un tremare dentro
l’emozione che ti riporta
a quella vita arcaica
vicina al tuo grembo
come zolla al sole,
strumento di rigoglio
attraverso ogni tua vena
schiude la vita.

E’ questo il canto aulico
che batte dolcemente
e con forza eccezionale
a dare valenza
allo sbocciare del fiore.

Grazia Denaro