Fabrizio Tagliafico: Paradossale che si torni a parlare di Nucleare dopo 2 referendum

Può apparire paradossale che, periodicamente,  si torni a parlare di Nucleare dopo 2 referendum dal responso plebiscitario, dopo che ovunque il nucleare è in fase di smantellamento perché i costi abnormi di costruzione delle centrali e iperabnormi di gestione delle scorie non sono sostenibili neppure da locomotive economiche come la Germania (che sta finendo di smontare le ultime 3 centrali presenti sul suo territorio). Inoltre andrebbe considerato che, se anche si cominciasse domani a costruire una centrale di quarta generazione, ci vorrebbero circa 20 anni prima di averla in funzione…in Italia, con territorio sismico e idrogeologicamente ad alto rischio, almeno 30.   E allora? Com’è possibile che se ne parli seriamente? 

Semplice…perché Lega, Forza Italia e Renziani…e magari di nascosto una parte del PD…non hanno alcuna intenzione di valutare questi lapalissiani aspetti della questione: da veri lobbisti molti dei loro parlamentari sono interessati a dirottare decine di miliardi di euro verso i loro bacini elettorali. Confindustria ma anche molte altre associazioni di categoria, riceverebbero un regalo incredibile dall’approvazione di un piano di transizione ecologica (l’aggettivo è lì solo per figura) che includesse il nucleare…fra progetti, perizie, studi di fattibilità,  posa di prime pietre ecc ecc, si mangerebbero un’altra bella fetta del futuro dei nostri figli, tanto poi i soldi alla BCE li restituiamo noi (con bollette raddoppiate, tasse ai massimi, benzina a 2 euro…e altri geniali provvedimenti dei bravisssimi). 

Un TAV al cubo…una rapina colossale a danno dei cittadini al netto di corruzioni e sprechi (che ci sarebbero poi sicuramente in più,  facendo lievitare ulteriormente il danno); approvare simili follie è una rapina in re ipsa.  

Purtroppo in un paese dove si parla seriamente di Berlusconi al Quirinale,  con la stampa più pavida dell’universo, e con un bassissimo tasso di indignazione e di impegno dei cittadini per la cura dei loro interessi, tutto è possibile.  #Don’tlookanywhere

foto pexels