Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è immagine-2022-01-11-114510.jpg

Ho letto questo libro come faccio ogni volta che Federica Bosco pubblica qualcosa. Ho trovato questo scritto diverso dalla sua solita ironia, pieno invece di riflessioni su cosa si possa desiderare nella vita e a volte di cosa di possa scoprire di volere in ritardo sulla tabella di marcia biologica. La protagonista si rende conto a 49 anni che nella sua vita in apparenza appagante e piena che in realtà le manca qualcosa, un figlio! Inizia così la sua corsa per soddisfare questo recondito bisogno comparso dal nulla una mattina qualsiasi. Sarà proprio in quel momento che scoprirà chi le vuole veramente bene e chi è disposto a lottare con lei. Come succede spesso nella vita, la nostra protagonista si troverà davanti la dura realtà che non sempre chi si crede amico o importante affetto in casi particolari si rivela tale.