O sciolta alla montagna
Lucente verità,
O beata dei bimbi
Sagace ingenuità,
O vogliosa amicizia
Che cresce se più dà!
Quando si nutre il cuore
Un nulla è riso pieno,
Quando s’accende il cuore
Un nulla è ciel sereno:
Quando s’eleva il cuore
All’amoroso dono,
Non più s’inventan gli uomini, ma sono.

CLEMENTE REBORA, Frammenti lirici 1913

Strofa unica di 13 versi: 12 settenari (3 tronchi) e 1 endecasillabo piano, l’ultimo. Poesia idillica, descrive un paesaggio di montagna, che mette il poeta a contatto di valori superiori. Nella seconda parte domina il cuore, con il suo desiderio di bontà, con la leggerezza di un sentimento che pare libero dai dolori della vita quotidiana. La rima finale dono/sono è il messaggio finale di Rebora, l’esortazione all’altruismo, il modo migliore per esistere nel mondo e per realizzare la propria umanità.

foto wikipedia